Set 16 2015

Oltre le mura e i canali

liberi tutti

Stasera calorosa battitura che coinvolge tutto il braccio destro (il lato che da sul canale). I ragazzi sventolano bandiere costruite con magliette bianche attaccate alle scope. Urlano “libertà” e “sempre avanti”. Il tutto dura mezz’ora, dalle 20 alle 20.30 e viene supportata da un numero sempre più cospicuo di solidali.

Nel pomeriggio un breve saluto al carcere femminile della Giudecca porta le notizie su quanto sta accadendo in questi giorni al maschile.

L’appuntamento dell 20.00 è confermato anche per domani, mentre per sabato 26 settembre è previsto un presidio al carcere di Vicenza, teatro nelle scorse settimane di una protesta spontanea a seguito del trasferimento, in isolamento, di un ragazzo particolarmente attivo nelle lotte per i diritti dei detenuti.

Seguiranno altri aggiornamenti, sempre avanti!