Dic 16 2016

Parole da Belluno

Pubblichiamo qui sotto alcuni stralci di una lettera proveniente dal Baldenich, datata qualche giorno precedente al presidio di sabato scorso. La missiva racconta un pezzetto di quotidianità del carcere bellunese, ennesima conferma che, nonostante la bella faccia dell’amministrazione, le condizioni del penitenziario restano ad oggi problematiche.


Ciao XXX

Come stai? Qui per il momento quasi bene a differenza di qualche settimana fa.

Sono contento che veniate qui il 10 dicembre […] e più siete meglio è .

[…] Dovreste scrivere che nel carcere di Belluno non c’è l’acqua calda in cella e nemmeno la doccia. Abbiamo quelle comuni e sono non igieniche, c’è la muffa verde nei bagni. Il mangiare del carrello non cambia mai, è immangiabile.

Le istituzioni all’interno del carcere non funzionano: l’educatrice non si sa che ruolo abbia, non chiama i detenuti e per avere un colloquio dobbiamo aspettare settimane.

In questo carcere non danno permessi o permessi premio e l’articolo 21 non esiste proprio!


Dic 12 2016

Ancora a Baldenich

Il 10 dicembre alcuni solidali con tutti i reclusi si sono ritrovati sotto le mura del Baldenich, per la terza volta in un anno. Abbiamo già avuto ampiamente modo di parlare delle tante problematiche riguardanti il carcere bellunese le quali, a sentire le voci dei ragazzi dentro e non quelle dei giornalisti, paiono ben lungi dall’essere risolte. Aspetto positivo, dato dalla continuità di attenzione a questo penitenziario, è sicuramente il fatto che il presidio sia stato avvicinato da più di qualche residente del quartiere, uno dei più popolari della città, per chiedere informazioni su quanto stava avvenendo e notizie dall’interno.

Calorosa come sempre la risposta dei detenuti con i quali, nonostante qualche problema tecnico, si è riusciti per tutto il tempo a comunicare agevolmente.

Anche stavolta un pensiero particolare è stato rivolto a Mirco, ragazzo morto tra le mura di quel carcere nel 2010, in circostanze mai chiarite. Un fatto la cui memoria è ancora viva, grazie alla caparbietà dei suoi parenti e a quei fili invisibili che riescono a legare chi finisce privato della propria libertà.

Alla prossima!

img_20161207_113510


Dic 12 2016

Volo diretto

Il 5 e 6 novembre scorsi in molte carceri italiane hanno avuto luogo delle proteste a favore dell’amnistia e dell’indulto, promosse in concomitanza con la manifestazione romana del Partito Radicale. Tra i molti detenuti che hanno aderito a questo appello anche quelli del carcere veneziano di Santa Maria Maggiore, dove ci sono state battiture concentrate in tre diversi momenti di ogni giornata.

Pare che l’iniziativa in questione, dato il suo carattere prettamente rivendicativo e “ufficiale”, sia stata persino autorizzata dal comandante delle guardie. Eppure si sa per certo che un detenuto, ma forse più di uno, è stato trasferito in tutta fretta nel carcere calabrese di Paola proprio per aver promosso queste due giornate di mobilitazione. Un trasferimento avvenuto nottetempo via aereo,  senza informare l’interessato della destinazione e dei motivi del provvedimento, di cui si è venuti a conoscenza solo giorni dopo.

Un comportamento di certo inusuale, ma che può aiutarci a delineare il quadro di come viene trattato il dissenso dei detenuti del carcere veneziano. Se possibile, seguiranno aggiornamenti.

Foto: carcere di Baldenich, 10 dicembre scorso

baldenich-1012

 


Dic 4 2016

Di nuovo al Baldenich

Dopo qualche mese di assenza, sabato 10 dicembre prossimo ci si ritroverà nuovamente sotto al carcere di Belluno. La situazione al Baldenich ha visto qualche piccola “miglioria” di facciata dopo la rivolta dello scorso febbraio, ma sappiamo che non è bastata a sopire la voglia di battersi contro le condizioni di uno dei penitenziari peggiori (e più caldi) della regione.

Dalle 14.30 in via S. Giuseppe ci sarà un presidio solidale con tutti i detenuti, musica e microfono aperto.

Ci si vede tra i monti!

impaginato-10-dicembre-colore

Scarica manifesto a colori: impaginato-10-dicembre-colore

Scarica manifesto in bianco e nero: 10-dicembre-bn